Cerca
Close this search box.

Interventi in corso di realizzazione sulla rete FERROVIENORD

Interventi in corso di realizzazione sulla rete FERROVIENORD

In questa sezione è possibile trovare informazioni relative ai cantieri ed alle opere in corso di realizzazione sulla Rete FERROVIENORD.

In questa sezione è possibile trovare informazioni relative ai cantieri ed alle opere in corso di realizzazione sulla Rete FERROVIENORD.

Il 28 luglio 2016 – a seguito della Delibera di Giunta Regionale n. X/5476 del 25 luglio 2016 – è stato sottoscritto il “Contratto di Programma per gli investimenti e le manutenzioni straordinarie sulla rete ferroviaria regionale in concessione a FERROVIENORD S.p.A. tra Regione Lombardia e FERROVIENORD S.p.A. relativo al periodo 28/07/2016 – 31/12/2020“.

Il Contratto di Programma definisce gli investimenti per il rinnovo, l’ampliamento e l’ammodernamento dell’infrastruttura e degli impianti tecnologici, ai fini del miglioramento della qualità dei servizi, dello sviluppo dell’infrastruttura e del conseguimento di elevati livelli di sicurezza e, precisa i rispettivi tempi di realizzazione, nonché tutti gli interventi volti al mantenimento in efficienza della rete, aventi anche carattere di straordinaria manutenzione.

In base a quanto previsto dal Contratto di Programma stesso, sono stati approvati quattro successivi aggiornamenti, ovvero: con DGR. n. 7645 del 28-12- 2017, con DGR n. XI/383 del 23-07-2018, con DGR n. XI/2054 del 31-07-2019 e con DGR n. XI-4010 del 14-12-2020 il programma degli interventi e delle proprie tempistiche è stato prolungato dal 28/07/2016 al 31/12/2020.

Gli interventi vengono ricondotti alle seguenti categorie:

  • AMMODERNAMENTO E POTENZIAMENTO INFRASTRUTTURALE: interventi di potenziamento consistenti nella realizzazione di nuovi tratti di binari (di linea o di stazione) e il conseguente adeguamento tecnologico degli impianti di segnalamento e instradamento;
  • AMMODERNAMENTO E ACCESSIBILITA’ STAZIONI: interventi di riqualificazione delle stazioni esistenti (specialmente negli ambiti di fruizione diretta dei viaggiatori – sale di attesa, locali per viaggiatori) e loro pertinenze, comprendenti anche opere che ne favoriscano l’accessibilità, nonché di nuovi parcheggi di interscambio interconnessi alle stazioni, con una politica di utilizzo legata specificamente al servizio ferroviario;
  • ELIMINAZIONE PASSAGGI A LIVELLO: opere che consentono l’eliminazione dei passaggi a livello più critici, ancora esistenti sulla rete ferroviaria regionale, finalizzati alla regolarità e sicurezza, nonché alla velocizzazione del servizio;
  • INTERVENTI VARI: interventi non ricadenti nelle precedenti tipologie, per la risoluzione di problematiche puntuali.
  • DEROGHE 753/80


COLLEGAMENTO MALPENSA T2 – SEMPIONE

Realizzazione in partnership con SEA del collegamento ferroviario a doppio binario tra il Terminal 2 dell’aeroporto intercontinentale di Milano Malpensa e la linea RFI del Sempione che avrà una lunghezza di circa 4,6 km di nuovo tracciato verso Gallarate più 1,1 km di raccordo verso Casorate Sempione.

Il tempo previsto di percorrenza tra il T2 e Gallarate è di 7 minuti. L’intervento rappresenta il completamento dell’accessibilità ferroviaria da Nord a Malpensa, e fa parte, in ambito UE, del cosiddetto “Global Project” Malpensa T1 – Malpensa T2 – linea Sempione, del quale è attivo il collegamento ferroviario tra i terminal T1 e T2. La realizzazione di questa opera permetterà dunque di potenziare gli itinerari verso l’area di Milano. L’aeroporto diventerà così un nodo di interscambio con servizi ferroviari di breve e medio raggio, ad alta velocità e transfrontalieri. 

La conclusione dell’opera è prevista per luglio 2025 e l’attivazione per dicembre 2025.
L’investimento per la parte realizzativa è di 257.553.700 euro.

Questo il dettaglio dei finanziamenti:

  • 80.000.000 euro dal “Patto per la Lombardia”;
  • 63.402.000 euro, pari al 30% del totale, dall’Unione Europea nell’ambito del programma “CEF ‐ Connecting Europe Facility ‐ 2019 CEF Transport MAP call”;
  • 55.937.000 euro da Ministero delle Infrastrutture (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022);
  • 11.000.000 da Regione Lombardia (all’interno del Programma degli interventi per la ripresa economica – “Piano Lombardia”);
  • 1.001.000 euro a carico di SEA;
    – 46.213.700 euro con DPCM 8 settembre 2023 (Piano complessivo delle opere olimpiche).

I lavori sono realizzati dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese S.A.L.C. SpA – Valsecchi
Armamento Ferroviario Srl.

Aggiornamento dicembre 2023

Partendo dalla stazione Malpensa T2, questa è la fotografia delle opere:

  • 1.700 metri circa in galleria artificiale con le seguenti attività in corso che si stanno svolgendo contemporaneamente a seconda della zona interessata: realizzazione di pali di grosso diametro e di micropali per i muri laterali della galleria oltre che dei cordoli necessari
    alla successiva posa delle travi di copertura (dalla zona della stazione fino al fronte pista L35); realizzazione di scavi archeologici, Bonifica da Ordigni Bellici, spostamento dei sottoservizi e coordinamento delle attività con ANAS per la deviazione provvisoria della SS336 (tratto successivo).
  • 385 metri di galleria naturale: consolidamento e spostamento dei sottoservizi.
  • 600 metri circa in galleria artificiale: realizzazione di pali di grosso diametro per i muri laterali della galleria oltre che delle travi di coronamento pali per l’appoggio delle travi di copertura.
  • 1.160 metri circa in trincea: realizzazione di pali di grosso diametro per i muri laterali.
  • 830 metri circa di galleria artificiale, trincea e raccordo con la linea RFI (lato Gallarate): realizzazione dei pali di grosso diametro per i muri laterali della galleria, travi di coronamento pali per l’appoggio della copertura, posa solai. Completata la deviazione provvisoria della SS33. È in corso la costruzione dell’allargamento del binario dispari RFI lato Gallarate, armamento, trazione elettrica e segnalamento. (attivazione prevista 18 dicembre 2023).
  • 1.100 metri di trincea e raccordo (lato Casorate Sempione): realizzazione dei pali di grosso diametro per i muri laterali.
    Risultano già forniti tutti i materiali di armamento (rotaie, deviatoi, traverse, giunti isolati incollati). Sono in fase di realizzazione tutte le opere civili prefabbricate (muri e travi).
    Sono attivi i monitoraggi ambientali in corso d’opera per fauna, flora, rumore, vibrazioni, atmosfera e acque sotterranee.

 

 

Avanzamento lavori di realizzazione del collegamento ferroviario T2- Sempione

  • D.Lgs. n. 50/2019 per gli aspetti relativi alla Sicurezza dell'esercizio ferroviario;


POTENZIAMENTO DEL NODO FERROVIARIO DI SEVESO

I lavori al nodo ferroviario di Seveso prevedono il rifacimento degli impianti ferroviari e delle banchine della stazione, il raddoppio dei binari tra Seveso – Camnago Lentate (650 metri) e tra Seveso – Meda (1.800 metri), la realizzazione di un sottopasso veicolare tra la via Zeuner e la via Sanzio e di un sovrappasso ciclo-pedonale in via Manzoni per eliminare tre passaggi a livello (via Manzoni a Seveso, via Montello a Seveso, via Leoncavallo al confine tra Seveso e Barlassina).

Come fase propedeutica al cantiere, a novembre 2023 è stato avviato l’adeguamento del parcheggio di via Alessandro Laforet e la creazione di una pista ciclopedonale di collegamento tra il parcheggio e la stazione.

Completano l’intervento anche alcune opere compensative: l’adeguamento di piazza Mazzini e di via Sanzio, a Seveso; l’adeguamento di piazza della Chiesa, a Meda; la realizzazione di un nuovo tratto di viabilità, in uscita dal comparto Schwarzenbach, a Seveso.

La durata del cantiere è prevista in 965 giorni con una conclusione prevista a fine 2026.

L’investimento complessivo dei lavori è di 69 milioni di euro.

Aggiudicataria dell’appalto è l’A.T.I. (Associazione Temporanea di Imprese) Impresa Luigi Notari S.p.A. – Elettri-Fer S.r.l.

Quali aspetti vengono migliorati con questi lavori

Questo intervento serve a migliorare la circolazione ferroviaria a Seveso, che sarà potenziata e resa più veloce e sicura. La stazione potrà ricevere simultaneamente i treni in arrivo da Meda e da Camnago, eliminando i conflitti di itinerario dei convogli e aumentando la velocità di ingresso in stazione.

La viabilità cittadina di Seveso, una volta ultimati i lavori, diventerà più fluida e scorrevole, grazie al nuovo sottopassaggio veicolare che permetterà di evitare le interruzioni della circolazione causate dalle chiusure dei passaggi a livello. Il nuovo sovrappasso ciclopedonale consentirà di attraversare la ferrovia indipendentemente dalla circolazione dei treni.

Cosa comportano i lavori e che precauzioni sono state adottate?

I lavori per la realizzazione delle opere ferroviarie saranno eseguiti anche in orario notturno per non interferire con il normale servizio ferroviario. Alcune operazioni richiederanno la chiusura temporanea dei passaggi a livello in orario diurno anche per più giorni, per consentire lo spostamento dei binari per fasi e il rifacimento delle pavimentazioni. Per poter realizzare il sottopasso veicolare si renderanno necessarie la completa chiusura al traffico di via Zeuner e la parziale chiusura di via Sanzio con i relativi parcheggi auto. Ci saranno modifiche sui percorsi pedonali di accesso alla stazione e al sottopasso di stazione, sempre fruibile per l’utenza ferroviaria. FERROVIENORD adotta tutte le misure necessarie per contenere rumori e polveri e arrecare il minor disturbo possibile, cercando di ottimizzare i tempi.

Aggiornamento a marzo 2024

Sono in corso le attività di realizzazione del rilevato su cui insisterà la nuova rotatoria lungo Corso Montello, in adiacenza al comparto commerciale.
In parallelo sono state avviate le operazioni di allargamento della sede ferroviaria a Seveso, con la costruzione dei nuovi muri, per ospitare i binari di raddoppio. Questa attività è realizzata in corrispondenza del civico 1 di via P.Mascagni ed  in prossimità del passaggio a livello di via Leoncavallo in direzione via Palestrina.
Sono state effettuate le attività di verifica della posizione dei sottoservizi in via Sanzio al fine di valutarne l’effettiva interferenza con le opere di sostegno della futura rampa di accesso al sottopasso

Si sono conclusi i lavori di riqualificazione del parcheggio su via Alessandro Laforet (140 posti) che è stato riaperto al pubblico lo scorso lunedì 11 marzo. Gli interventi effettuati hanno riguardato la realizzazione del sistema di smaltimento acque, la posa della nuova pavimentazione, il rifacimento dell’impianto di illuminazione e l’installazione della nuova segnaletica. La posa dell’ultimo strato di asfalto verrà programmata in un secondo momento, quando le condizioni metereologiche saranno maggiormente favorevoli, in modo da garantire un’esecuzione a regola d’arte. L’opera verrà completata con un collegamento ciclopedonale in sede propria ed illuminato tra il parcheggio e la stazione ferroviaria: lungo 170 metri e largo 2,5 metri. 

L’accesso al parcheggio di via Laforet avviene liberamente . I nuovi posti auto compensano l’indisponibilità delle aree di sosta in via Sanzio per l’avvio del nuovo cantiere (avviato giovedì 14 marzo). Gli automobilisti potranno usufruire, laddove possibile, anche delle aree di sosta di via Adua, via Eritrea e limitrofe.

Il 14 febbraio 2024 è iniziata la prima fase di realizzazione delle opere di sostegno propedeutiche alla realizzazione del sottopasso veicolare di stazione tra la via Zeuner e la via Sanzio. Le lavorazioni si svolgeranno dal lunedì al venerdì in orario notturno (indicativamente tra le 00.30 e le 04.30) e dureranno circa 5 mesi. Si tratta di interventi che è necessario svolgere nel periodo di interruzione del servizio ferroviario per ragioni di sicurezza e per non interferire con la normale circolazione dei treni

Leaflet Lavori in corso – Nodo Ferroviario di Seveso

Presentazione lavori Nodo Ferroviario di Seveso in consiglio comunale 05 febbraio 2024



NUOVA TANGENZIALE NORD DI CESANO MADERNO

L’intervento prevede la creazione di un nuovo asse stradale che si sviluppa in direzione nord est-sud ovest tra i due paesi, un sottopasso ciclopedonale in corrispondenza di via Liberazione a Cesano Maderno e la chiusura, a fine lavori, del passaggio a livello di via Como. 

La lunghezza complessiva della nuova tangenziale è di 483 metri.  L’asse stradale principale ha inizio nel territorio di Cesano Maderno da una nuova rotatoria che verrà realizzata in corrispondenza della confluenza tra via Nazionale dei Giovi (SP44bis), via Garibaldi e via Volta a Cesano Maderno. La tangenziale supera il torrente Seveso grazie alla costruzione di un nuovo ponte a scavalco e prosegue con un tratto in discesa, tra scatolari aperti della lunghezza di 70 metri, fino alla galleria artificiale, della lunghezza di 101,55 metri, larga 9 metri e alta 5 metri dalla sede stradale, che consente il superamento della linea ferroviaria FERROVIENORD Milano-Seveso-Asso. In uscita la strada prosegue tra scatolari aperti per 86 metri per procedere fino a raggiungere una nuova rotatoria da realizzare in corrispondenza di via Cadore e via Sabotino nel Comune di Seveso.  A conclusione dei lavori verrà chiuso il passaggio a livello di via Como che permette ora l’attraversamento della linea ferroviaria Milano – Seveso – Asso.

Per favorire la mobilità dolce sul territorio è prevista inoltre la realizzazione di un sottopasso ciclopedonale sotto l’attuale via Liberazione a Cesano Maderno: sarà lungo 12 metri, largo quattro metri e collocato a circa 50-60 metri dall’attuale passaggio a livello. Il sottopasso sarà dotato di rampe ciclopedonali con percorso rettilineo a est e con percorso a ferro di cavallo a ovest e sarà realizzato consentendo l’accessibilità per le persone con disabilità, nel rispetto della normativa vigente.

È stato inoltre previsto un intervento di riqualificazione, ricucitura e messa in sicurezza degli assi stradali collegati all’itinerario principale, per migliorare l’accessibilità delle aree comprese tra i corsi d’acqua e la linea ferroviaria.  Saranno realizzate: una nuova complanare a nord dell’asse principale che consente il collegamento tra la rotatoria sulla SP44bis e la via Confalonieri; una nuova complanare a sud dell’asse principale che consente il collegamento tra la rotatoria sulla SP44bis e la zona residenziale lungo via Como e via Lecco; la viabilità di collegamento in direzione nord-sud tra via Confalonieri/via Mezzera e via Como.

Il 25 gennaio è stata effettuata la consegna definitiva dei lavori  la cui conclusione è prevista entro la fine del 2025.  Le opere sono realizzate dall’impresa Quadrio Costruzioni s.p.a. L’intervento è finanziato completamente da Regione Lombardia con 21.346.089,00 euro nell’ambito del Contratto di Programma con FERROVIENORD.

Presentazione Conferenza stampa Nuova Tangenziale Cesano Maderno

  • D.Lgs. n. 50/2019 per gli aspetti relativi alla Sicurezza dell'esercizio ferroviario;
Skip to content