Il contratto di programma

Contratto di programma per gli investimenti

In data 28 luglio 2016 – a seguito della Delibera di Giunta Regionale n. X/5476 del 25 luglio 2016 – è stato sottoscritto il “Contratto di Programma per gli investimenti e le manutenzioni straordinarie sulla rete ferroviaria regionale in concessione a FERROVIENORD S.p.A. tra Regione Lombardia e FERROVIENORD S.p.A. relativo al periodo 28/07/2016 – 31/12/2022”. Il Contratto di Programma definisce:

  1. Gli interventi per il rinnovo, ampliamento e ammodernamento dell’infrastruttura e degli impianti tecnologici, ai fini del miglioramento della qualità dei servizi, dello sviluppo dell’infrastruttura e del conseguimento di elevati livelli di sicurezza in coerenza con quanto stabilito dal Programma Regionale Mobilità e Trasporti –PRMT (Parte 2 – Tabella A, B e C – per un ammontare complessivo pari a Euro 726.328.056,68 di cui Euro 575.654.759,81 in Tabella A per opere in fase di attuazione, di collaudo o per le quali sono corso le procedure di gara d’appalto e € 150.673.296,87 in Tabella B per nuovo programma di interventi);
  2. Gli interventi volti al mantenimento in efficienza della rete aventi carattere di straordinaria manutenzione secondo quanto previsto nel Contratto di Servizio del 16 marzo 2017 (Parte 3 – Tabella A e B – per un ammontare complessivo pari a Euro 89.224.619,60, di cui Euro 69.224.619,60 in Tabella A ed Euro 20.000.000,00 in Tabella.

Ai sensi dell’art. 7, comma b), del Contratto di Programma – che prevede “l’aggiornamento dello stesso qualora Regione ravvisi la necessità di modificare il Programma degli interventi, riconosciuti necessari in accordo tra le Parti, o in conseguenza della disponibilità di nuove risorse finanziarie” – sono intervenuti quattro aggiornamenti del programma degli interventi:

con DGR. n. 7645 del 28 dicembre 2017

La Regione Lombardia ha approvato il primo “Aggiornamento della programmazione degli interventi per gli investimenti sulla rete in concessione, di cui al Contratto di Programma sottoscritto il 28 luglio 1016 (L.R. n. 11/2009)”, che prevede in particolare, rispetto alla versione del 2016, i seguenti interventi di potenziamento infrastrutturale e tecnologico:

  • implementazione dei sistemi di sicurezza ferroviaria del ramo Milano, con il completamento dell’attrezzaggio del sistema SCMT (Sistema Controllo Marcia Treno) nell’ultima tratta non ancora attrezzata (la Como Camerlata – Como Lago); la realizzazione dei sistemi di Rilevamento Temperature Boccole (RTB) su impianti di nodo considerati strategici, che consentono di monitorare l’intera rete del Ramo Milano; la sostituzione dell’apparato di sicurezza esistente dell’impianto di Seveso con il sistema ACC-M (apparato centrale Computerizzato Multistazione) per la gestione della tratta della Brianza compresa tra Cesano Maderno e le due linee per Camnago e Meda (Tabella D);
  • ammodernamento e potenziamento infrastrutturale del Nodo di Bovisa con l’ampliamento del fabbricato viaggiatori, la realizzazione di una nuova coppia di binari (lato attuale binario 1) e la realizzazione del nuovo ACCM (Apparato Centrale Computerizzato Multistazione) (Tabella B);
  • collegamento ferroviario della stazione di Malpensa T2 con la linea RFI del Sempione (Tabella E);
con DGR n. XI/383 del 23 luglio 2018

Regione Lombardia ha approvato il secondo “Aggiornamento della programmazione degli interventi per gli investimenti sulla rete in concessione, di cui al Contratto di Programma sottoscritto il 28 luglio 2016 e aggiornato il 28 dicembre 2017 (L.R. n. 11/2009)” che prevede in particolare la programmazione di nuove risorse finanziarie e la conseguente individuazione di nuovi interventi, riconosciuti prioritari per la sicurezza ferroviaria e la regolarità ed il potenziamento del servizio:

  • interventi per il miglioramento della sicurezza ferroviaria e il rinnovo dell’armamento del Ramo Milano, con risorse assegnate a Regione Lombardia nell’ambito del Patto per la Lombardia riferite al “Fondo sviluppo e coesione 2014 – 2020” (Delibera CIPE n. 56/2016);
  • interventi di messa in sicurezza ferroviaria delle ferrovie non interconnesse (linea Brescia-Iseo-Edolo e linea storica della Valmorea), con risorse assegnate a Regione Lombardia con Decreto del MIT n.30 del 1° febbraio 2018);
  • interventi di potenziamento della Linea ferroviaria regionale Brescia – Iseo – Edolo facenti parte degli “ulteriori interventi” finanziati con risorse del Patto per la Lombardia, destinati nello specifico alla provincia di Brescia e al Comune capoluogo, di cui alla DGR X/7587 del 18 dicembre 2017;
  • il potenziamento infrastrutturale e tecnologico del nodo di Bovisa, per il quale, nel precedente aggiornamento del 28/12/2017, non era disponibile la totale copertura finanziaria, attraverso lo stanziamento delle risorse mancanti deriva dal “Fondo sviluppo e coesione 2014 – 2020” (Delibera CIPE n. 56/2016), nell’ambito del Patto per la Lombardia;
  • dal punto di vista delle risorse finanziarie sono state confermate complessivamente le risorse finanziarie programmate nel CdP sottoscritto il 28 luglio 2016 e aggiornato il 28 dicembre 2017, alle quali si sono aggiunte 65 milioni di euro;
  • nella “PARTE 3 – TABELLA A – “PIANO DELLE MANUTENZIONI STRAORDINARIE PREVISTO NEL PERIODO 2016-2022” Regione Lombardia ha già previsto l’allocazione dell’importo di 40 milioni di euro – resi disponibili, a seguito dell’Atto di Transazione con il Consorzio CONFEMI – su “Interventi infrastrutturali ferroviari di armamento e di sede, sottopassi e manufatti civili in genere, compresi i fabbricati”;
con DGR n. XI/2054 del 31 luglio 2019

Regione Lombardia ha approvato il terzo “Aggiornamento della programmazione degli interventi per gli investimenti sulla rete in concessione, di cui al Contratto di Programma sottoscritto il 28 luglio 2016, aggiornato il 28 dicembre 2017 ed il 23 luglio 2018 (L.R. n. 11/2009)” che – in piena continuità con la pianificazione del luglio 2016, del dicembre 2017 e di luglio 2018 – ha confermato la programmazione dei potenziamenti infrastrutturali, necessari per garantire lo sviluppo del servizio. Complessivamente si confermano le risorse finanziarie programmate nel CdP sottoscritto il 28 luglio 2016 e aggiornato il 28 dicembre 2017 e il 23 luglio 2019, alle quali si aggiungono 53,250 milioni di euro di risorse regionali (2,4 mln € per il finanziamento del progetto di evoluzione del sistema di bigliettazione magnetico elettronica; 6,5 mln € per interventi di potenziamento infrastrutturale e/o tecnologico della Rete ferroviaria del Ramo Milano e del Ramo Brescia; 30,0 mln € per il potenziamento del Nodo di Bovisa; 5,35 mln € per l’eliminazione dei passaggi a livello di stazione nel Nodo di Seveso; 9,0 mln € per l’eliminazione di un passaggio livello in Meda);

con DGR n. XI-4010 del 14 dicembre 2020

Regione Lombardia ha approvato il quarto “Aggiornamento del Contratto di Programma per gli investimenti e le manutenzioni straordinarie sulla rete in concessione, sottoscritto il 28 luglio 2016 e aggiornato il 28 dicembre 2017, il 23 luglio 2018 e il 31 luglio 2019 (l.r. n. 11/2009)”, che recepisce in particolare il cd. “PIANO MARSHALL” – PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER LA RIPRESA ECONOMICA, approvato da Regione Lombardia con DGR n. 3531 del 05 agosto 2020 e aggiornato con DGR n. 3749 del 30 ottobre 2020, che prevede sull’orizzonte temporale 2021/2027 finanziamenti per FERROVIENORD per un totale di oltre 371 milioni di euro per interventi infrastrutturali tra cui in particolare:

  • 169,0 milioni di euro per rinnovo impianti (SSE, TE, Armamento, Segnalamento (ACCM), TVCC e Tele-indicatori, Antincendio) ed implementazione applicazioni 5G e manutenzione predittiva;
  • 44.8 milioni di euro per opere sostitutive di PL (Erba, Inverigo, Arosio, Mariano C.se, Meda, Seveso, Lomazzo, Cadorago, Locate V.no) e per installazione di grembiali sui PL intera rete;
  • 35,5 milioni di euro per il Polo tecnologico unità manutentive di Saronno;
  • 29,9 milioni di euro per opere civili (adeguamento ponti, delimitazioni di sede)
  • 21,1 milioni di euro per adeguamenti stazioni;
  • 10 milioni per lo sviluppo del Terminal di Sacconago;
  • 11 milioni per la copertura finanziaria completa per il progetto del Collegamento del Terminal 2 di Malpensa con la Linea RFI del Sempione (per 211 milioni di euro a carico di Regione, Stato ed Unione Europea).

Tale recepimento consente di estendere ai progetti infrastrutturali del “PIANO MARSHALL” le regole di gestione previste dal Contratto di Programma in merito alle procedure approvative ed alle modalità di erogazione delle risorse.