Il contratto di Servizio

Contratto di servizio gestione rete

FERROVIENORD ha sottoscritto in data 16 marzo 2016 con Regione Lombardia, il nuovo Contratto di Servizio per la Gestione dell’Infrastruttura Ferroviaria per il periodo 18 marzo 2016 – 31 dicembre 2022. Nel Contratto di Servizio le caratteristiche dei servizi e delle prestazioni offerte sono individuate – ai fini della definizione del corrispettivo – attraverso lo strumento del Catalogo (riportato nell’Allegato 4 del contratto), che articola le prestazioni del Concessionario in base ai seguenti ambiti:

  • Servizi alle imprese ferroviarie: A. Circolazione e B. Manutenzione ordinaria dell’infrastruttura;
  • Servizi ai cittadini: C. Servizi di stazione e di accessibilità al sistema e G. Valorizzazione del patrimonio storico;
  • Servizi all’ente concedente: D. Acquisto e gestione della flotta regionale;
  • Servizi interni: E. Ingegneria e Sviluppo Infrastruttura, Patrimonio, F. Funzioni specifiche del Gestore dell’Infrastruttura ferroviaria e H. Funzioni generali e amministrative.
  1. Pertanto, FERROVIENORD si impegna a garantire:
    la disponibilità dell’infrastruttura e l’assegnazione della capacità disponibile, coerentemente con quella necessaria per l’implementazione del modello di esercizio previsto dalla programmazione regionale;
  2. la conservazione, la manutenzione ordinaria e l’efficienza dell’infrastruttura stessa;
  3. la gestione in sicurezza della circolazione (“safety”);
  4. la progettazione dello sviluppo dell’infrastruttura, in coerenza con il Contratto di programma;
  5. il monitoraggio della circolazione e la fornitura dei relativi dati;
  6. la gestione delle stazioni, dell’informazione al pubblico e dei servizi di accessibilità al sistema ferroviario sulle infrastrutture date in gestione al Concessionario;
  7. la gestione e valorizzazione del patrimonio storico;
  8. la gestione e valorizzazione degli spazi di stazione e degli edifici non direttamente funzionali all’attività di circolazione ferroviaria e ai viaggiatori;
  9. la sicurezza personale e patrimoniale dei viaggiatori (“security”) e degli ambienti a loro accessibili;
  10. le attività riguardanti l’acquisto e il finanziamento del materiale, finalizzate all’ammodernamento e potenziamento della flotta ed alla sua messa a disposizione delle imprese ferroviarie a condizioni non discriminatorie;
  11. la gestione e lo sviluppo dei servizi di mobilità sostenibile.

Il corrispettivo – rispetto alla previsione del Contratto di Servizio precedente (corrispettivo unico a forfait) – è calcolato sulle diverse voci del catalogo dei servizi e prestazioni (Allegato n. 4 del contratto) sulla base di elementi fisici quali la produzione effettiva (treni-km), l’estensione fisica della rete (km di binario), l’arco di servizio di presenziamento dei posti di circolazione, il numero e la tipologia delle stazioni in esercizio della rete.

E’ stato attivato con Regione un tavolo di lavoro per procedere all’aggiornamento del Contratto di Servizio in relazione alla previsione del pagamento diretto del pedaggio da parte di tutte le imprese ferroviarie a partire da dicembre 2021 per adeguarsi alle prescrizioni della Delibera n. 139/2019 di ART (Autorità Regolazione Trasporti).