Stazione di Brescia – Borgo San Giovanni, conclusi i lavori di riqualificazione

Stazione di Brescia – Borgo San Giovanni, conclusi i lavori di riqualificazione

Investimento di 4,5 milioni di Comune di Brescia e Regione Lombardia/FERROVIENORD

Brescia, 12 dicembre 2020 – Con l’apertura al pubblico del sottopasso di stazione – servito da rampe ciclopedonali e ascensori – e delle banchine – complete di impianti e pensiline – si concludono i lavori di completa riqualificazione della stazione di Brescia – Borgo San Giovanni, sulla linea Brescia-Iseo-Edolo.
L’importo delle opere è di 4,5 milioni di euro, finanziati da Comune di Brescia e da Regione Lombardia/FERROVIENORD.

L’INTERVENTO – I lavori alla stazione di Brescia – Borgo San Giovanni sono stati realizzati per garantire l’accessibilità, migliorare il comfort per i passeggeri e favorire la regolarità della circolazione ferroviaria. Le banchine, della lunghezza di 157 metri e larghezza di 3,5 metri, sono state adeguate allo standard di 55 cm sul piano del ferro per favorire l’incarrozzamento dei passeggeri, dotandole in aggiunta di pensiline e di percorsi tattili per disabili visivi. E’ stato inoltre realizzato il sottopasso con rampe ciclo pedonali servito da ascensori che garantiscono l’accesso alle banchine anche a persone con ridotta mobilità. Anche la sala d’aspetto è stata resa accessibile.
Sono stati adeguati gli impianti di comunicazione all’utenza (teleindicatori e altoparlanti) ed è stata realizzata la nuova illuminazione a LED. La riqualificazione ha visto anche il rinnovo dell’armamento, la rettifica del tracciato dei due binari e l’adeguamento dell’impianto di segnalamento. Questi interventi permetteranno ai treni di raddoppiare la velocità alla partenza e di transitare in maggior sicurezza in stazione, contribuendo a migliorare la regolarità della circolazione ferroviaria sulla linea.
Infine, sarà realizzato in via Morosini un piccolo parcheggio (5 posti auto, 3 motocicli e una rastrelliera per biciclette) per favorire chi arriva dal lato sud del quartiere.

IL PROGETTO – L’intervento di riqualificazione e messa a standard della stazione di Brescia-Borgo San Giovanni è, assieme al nuovo sottopasso ferroviario in sostituzione del passaggio a livello di via Rose, il primo di una serie di importanti interventi previsti nell’ambito di un ambizioso progetto finalizzato a realizzare un servizio ferroviario suburbano nel nodo di Brescia, valorizzando e potenziando le linee ferroviarie esistenti, portato avanti da Regione Lombardia attraverso il tavolo tecnico “Nodo ferroviario di Brescia”, che vede la partecipazione, tra gli altri, di Comune di Brescia e Provincia di Brescia.
In particolare, sulla linea Brescia-Iseo-Edolo è programmato un incremento del servizio ferroviario in due momenti: in una prima fase, un potenziamento della frequenza ogni 30 minuti tra Brescia, la Franciacorta e Iseo; in una seconda fase, un ulteriore potenziamento della frequenza a 15 minuti nella tratta Brescia – Castegnato.

LAVORAZIONI DA COMPLETARE DOPO L’ATTIVAZIONE DELLA STAZIONE – Saranno aggiunti i posti auto sul lato di fronte a via Morosini e i cancelletti per l’ingresso alle scale del sottopasso. Sarà completata inoltre la posa di alcuni impianti (TVcc, illuminazione, diffusione sonora, riscaldamento deviatoi). Questi ultimi sono comunque già presenti in una quantità sufficiente a garantire la fruibilità in sicurezza. Saranno poi completate le finiture delle opere civili. Tenendo conto anche del periodo natalizio i lavori saranno ultimati entro la fine di gennaio 2021.

“La stazione di Brescia Borgo San Giovanni è oggi una stazione moderna, più sicura e comoda e soprattutto più accessibile, grazie all’eliminazione delle barriere architettoniche, i sottopassi e gli ascensori che permettono anche alle persone con disabilità di accedere autonomamente al servizio“ – commenta Paolo Nozza, presidente di FERROVIENORD – “Si tratta di un intervento che costituisce il primo passo per il rafforzamento del servizio suburbano a Brescia e che arriva a pochi giorni dall’annuncio della realizzazione proprio sulla Brescia-Iseo-Edolo della prima “Hydrogen Valley” italiana grazie all’utilizzo di treni alimentati a idrogeno: un’innovativa modalità di viaggio a zero impatto ambientale che rappresenta una svolta per lo sviluppo di una mobilità sostenibile e servizio dei cittadini e dell’intero territorio”.

“La riqualificazione della stazione di Brescia Borgo san Giovanni è un fatto importante per la Città sotto un duplice profilo – osservano il sindaco di Brescia Emilio Del Bono e l’assessore alla mobilità Federico Manzoni -: da un lato rappresenta un ulteriore tassello del progetto Oltre la Strada per la generale riqualificazione dei quartieri che si affacciano su via Milano, per il quale sono in corso importanti interventi pubblici e privati per un investimento complessivo di oltre 50 milioni di euro, e dall’altro è uno step fondamentale per fare della Brescia-Iseo una infrastruttura ferroviaria in grado di sviluppare un servizio cadenzato, capillare e frequente, in linea con i migliori standard europei”. “Grazie ai fondi del Patto per la Lombardia del 2016, inoltre – aggiungono il Sindaco e l’Assessore – sono già programmati ulteriori coerenti investimenti sia in Franciacorta (nelle tre stazioni di Castegnato, Bornato e Borgonato) sia in Città, con la nuova fermata urbana di Brescia Violino”.

I FINANZIAMENTI – I lavori di riqualificazione della stazione di Brescia-Borgo San Giovanni hanno un valore complessivo di 4.562.344,70 euro e sono stati realizzati grazie allo stanziamento di 3.120.000,00 euro da parte del Comune di Brescia, a valere sui fondi statali del Bando Periferie per il progetto “Oltre la Strada”, e di 1.442.344,70 euro di risorse regionali previste nel Contratto di Programma con FERROVIENORD per l’accessibilità alla linea Brescia-Iseo-Edolo.